SOUND
Le 5 curiosità che (forse) non conoscevi su Sfera Ebbasta
di Aldo Abronzino
2020-10-27 15:37:26
Sfera Ebbasta è l’artista più chiacchierato del momento, e non solo perché tra un mese verrà rilasciato il suo quarto album ufficiale, quello che rappresenterà la definitiva consacrazione dell’artista milanese a livello internazionale.

Sfera riesce ad attirare l’attenzione anche nei momenti in cui “sparisce” dai social, e non ha bisogno di creare scalpore intorno alla propria figura affinché la sua comunicazione risulti più efficace: il rapper di Cinisello Balsamo è con tutta probabilità l’astista più famoso in Italia, nonché l’artista italiano più ascoltato all’estero.
Nel corso del tempo ha saputo macinare record e successi, conferendo al mercato discografico nazionale una conformazione completamente diversa: se il 2016 viene ormai convenzionalmente considerato “l’anno d’oro” del rap italiano, Sfera è con tutta probabilità la gemma più preziosa di questo fenomeno, colui che ha saputo rivoluzionare il genere e unire un’intera generazione al ritmo della sua musica.

Aldilà delle critiche e delle preferenze musicali, al giorno d’oggi sarebbe da ipocriti non riconoscere a Sfera Ebbasta il titolo di “Trap King” e l’assoluta leadership che lo contraddistingue.

Sfera Ebbasta

“Famoso”, il suo nuovo album, uscirà il prossimo 20 Novembre, e a partire da questa notte è disponibile in esclusiva su Amazon Prime Video l’omonimo docu-film girato da Pepsy Romanoff che racconta le fasi salienti della sua carriera e il making-of del disco.
Ma non è finita qui: stanotte all’1:00 sarà disponibile su tutti i digital stores “Bottiglie Privè”, il primo singolo ufficiale estratto dall’album.

Visualizza questo post su Instagram

FAMOSO. THE MOVIE. 27.10.20 @famoso_movie

Un post condiviso da $€ 📈 (@sferaebbasta) in data:



Arrivati a questo punto, sorge spontanea una riflessione. Adesso che ha raggiunto la notorietà, un po’ tutti credono di conoscere Sfera Ebbasta, ma molti ignorano alcuni dettagli molto importanti per comprendere ancora meglio il suo personaggio.
Ecco a voi dunque 5 curiosità che (forse) non conoscevate su Sfera Ebbasta.

Il suo vero nome



Potrebbe sembrare un argomento abbastanza scontato, ma effettivamente davvero in pochi conoscono il vero nome e il passato di Sfera Ebbasta: Gionata Boschetti è nato il 7 Dicembre 1992 a Cinisello Balsamo, comune in provincia di Milano.

Sfera Ebbasta

La nascita del suo nickname



Scegliere il proprio nome d’arte è una delle decisioni più ardue e importanti per ogni artista che si rispetti, e di solito necessita di lunghe riflessioni. Nel caso del rapper milanese, si tratta di una storia abbastanza divertente e rocambolesca, che affonda le sue radici nell’universo social: in principio il nickname sarebbe dovuto essere semplicemente “Sfera”, ma al momento di registrarsi su Facebook, costretto a inserire per forza un cognome, scrisse proprio “Ebbasta” per sottolineare ai propri followers di concentrarsi unicamente sul primo nome.

Sfera Ebbasta

L’incontro con Charlie Charles



Guardando i due al giorno d’oggi, non possiamo fare altro che immaginare un grande e sincero rapporto di amicizia sin dal principio della loro ascesa musicale. Tuttavia sappiamo con certezza che il primo incontro tra Sfera e il suo producer avvenne fuori dal cancello di un evento organizzato da Hip Hop Tv, al quale avevano tentato di imbucarsi entrambi senza successo: Charlie aveva sentito parlare del rapper (che all’epoca aveva già iniziato a pubblicare alcune tracce senza riscuotere troppo successo) e quindi aveva immediatamente colto l’occasione per proporgli di collaborare. Ebbene, la risposta di Sfera fu un “no” categorico, che poi venne ritrattato in occasione di un secondo incontro tra i due, avvenuto in un luogo decisamente atipico. Si trattava infatti di un ristorante McDonald’s, all’interno del quale furono poste le basi per la nascita di BHMG. Da quel momento in poi nacque tra loro l’alchimia che possiamo percepire ancora al giorno d’oggi.

Sfera Ebbasta
Il rapporto con Ciny



Un po’ come tutti gli artisti che vengono dalla strada, anche il rapporto di Sfera con Cinisello Balsamo è quasi sempre stato simbiotico. Non è un caso dunque se una delle prime tracce che gli regalarono notorietà a livello nazionale fu proprio “Ciny”, una vera dichiarazione d’amore nei confronti delle proprie origini.

Sfera Ebbasta

I numeri



Con l’uscita di “Rockstar”, il suo ultimo disco risalente al 2018, Sfera ha infranto ogni tipo di record dell’industria musicale italiana, occupando con 11 tracce le prime 11 posizioni della classifica Top 50 Italy di Spotify, con un totale di oltre 8 milioni di streaming nelle prime 24 ore dalla release. Ma non è finita qui: per la prima volta un artista italiano appare infatti nella Global Chart di Spotify con 7 canzoni, di cui due (“Cupido” e “Rockstar”) presenti addirittura nella classifica Top 100 Mondiale.

Sfera Ebbasta