LIFESTYLE
"Astronomical" è l’evento dell’anno: Travis Scott e Fortnite rivoluzionano il concetto di musica
di Aldo Abronzino
2020-07-27 16:08:46
Lo scorso 23 Aprile, nel bel mezzo di una pandemia e di un lockdown senza precedenti, un artista di nome Travis Scott rivoluzionava per sempre il concetto di musica e di esibizione live, mettendo in scena probabilmente il concerto più incredibile e redditizio della sua vita.

Stiamo parlando di "Astronomical", un evento organizzato nei minimi dettagli, uno show straordinario, ricco di effetti speciali e colpi di scena. Ebbene, come molti di voi sapranno, non si è trattato di un’esibizione canonica, ma uno dei primi esperimenti (concluso con successo) di evento virtuale.

La collaborazione tra Fortnite e Travis Scott è arrivata forse nel momento più decisivo per entrambi: una scossa fortissima per il titolo sviluppato da Epic Games, che è riuscito a scalare nuovamente la china dopo aver visto un calo esponenziale negli ultimi mesi; e una definitiva consacrazione di La Flame nel capo discografico e imprenditoriale, una solida conferma del suo ruolo da leader e icona per le nuove generazioni.

Astronomical concerto Travis Scott x Fortnite

L’incredibile boom ottenuto dal concerto del rapper di Houston è stato straordinario e quantomai inaspettato e al giorno d’oggi, visti anche tutti gli altri eventi realizzati sulla scia di quest’ultimo, saremmo decisamente ipocriti se non vedessimo Travis come il pioniere di questa rivoluzionaria pratica.

Più di 12,3 milioni di persone si sono connesse contemporaneamente alla prima dello show ideato in sinergia da La Flame e Epic Games, alcune delle quali anche a orari improbabili a causa del fuso orario.

Centinaia di migliaia di ragazzi hanno scaricato per la prima volta Fortnite sulle loro console con l’unico scopo di assistere al concerto, accedendo alla lobby e vivendo l’immersiva esperienza studiata minuziosamente dal team creativo del gioco. 

Astronomical Canzoni

Col senno di poi, è proprio qui che risiede il successo di questa inedita collaborazione. L’influenza di Travis sui propri ascoltatori e la curiosità di questi ultimi di assistere a un evento di tale portata, sono stati infatti gli ingredienti necessari affinché lo svolgimento dello show potesse certificarsi come un’impresa (forse) irripetibile.

Probabilmente nessun altro in quel preciso momento storico avrebbe avuto il potere di far confluire talmente tante persone in questo evento, e allo stesso tempo la voglia e il desiderio di assistere nuovamente dopo tanti giorni al concerto del proprio idolo ha permesso ai fans di La Flame di fidarsi ciecamente di lui.



E quella sera 230.000 persone erano infatti connesse in live sul profilo Instagram di Travis Scott, assistendo per vie traverse all’evento e gustandosi le incredibili reazioni di Travis allo svolgimento di quest’ultimo.

La parola d’ordine è stata "rage" e dobbiamo dire che (sia in-game che nella realtà) Travis si sia proprio scatenato. Le sue dichiarazioni sono state d’effetto e il rapper ha immediatamente deciso di mostrare tutta la propria gratitudine attraverso una serie di post sul suo profilo Twitter.



A distanza di alcuni giorni, ai microfoni di Billboard, La Flame ha anche aggiunto: "Che si trattasse della community di giocatori Fortnite, o di chi nemmeno gioca ai videogames, la sensazione era che persone di tutto il mondo in quel momento fossero chiuse in casa ad assistere al mio concerto"; e ancora: "L’evento Astronomical è durato solamente 10 minuti, ma l’intera organizzazione è frutto di oltre un anno di lavoro. Avevo questa idea in testa dalla release di Rodeo, e solamente adesso ho avuto la possibilità di metterla in pratica. […] Ho guardato lo show e mi sono scatenato fino a quanto il concerto non è finito."

Travis Scott indossa Air Jordan 6

Naturalmente i numeri della collaborazione tra Travis Scott e Fortnite hanno avuto una grande rilevanza anche in campo economico, con l’artista di Houston che si vocifera abbia guadagnato oltre $500k USD solamente dalla partnership con Epic Games, senza tenere poi conto della vendita del merchandising virtuale e della capsule collection rilasciata in contemporanea sul suo sito ufficiale.

La portata mediatica di questo evento è stata tale che addirittura, dopo lo show, Nike ha registrato un incremento esponenziale delle visite sul suo sito, equivalente all’esborso di oltre mezzo milione per annunci pubblicitari: la skin del rapper in-game sfoggiava infatti le apprezzatissime Travis Scott x Air Jordan 1 High uscite a Maggio 2019.

Skin Fortnite Travis Scott

Senza la possibilità quindi di assistere a concerti fino al 2021, e visto anche l’enorme successo di questo concerto, non corriamo di certo il rischio di cadere nel banale definendo "Astronomical" l’evento dell’anno.

E voi cosa ne pensate?

View this post on Instagram

Travis Scott, durante un’interessante intervista rilasciata a Billboard, ha commentato il percorso che lo ha portato a scegliere di esibirsi in concerto su Fortnite, raccontando le incredibili sensazioni di quel momento. La Flame ha dichiarato che era già dai tempi dell’album “Rodeo”, pubblicato nel 2015, che nella sua mente circolava l’idea di un’esibizione virtuale, essendo un grandissimo appassionato di videgiochi: Travis ha detto di essere cresciuto giocando a GTA e a God Of War, e di essersi approcciato a Fortnite nel 2017, anno del suo lancio. Non manca la componente “unicità”: avendolo fatto per primo ha regalato agli appassionati un’esperienza unica nel suo genere. Il rapper di Houston ha inoltre affermato che seppur “Astronomical” fosse durato solamente una decina di minuti, la preparazione dietro all’evento è andata avanti per un anno intero. Voi avevate assistito al concerto? Vi piacerebbe se si ripetesse prossimante, magari con un altro artista?

A post shared by SOLDOUTSERVICE (@soldoutserviceitaly) on