STYLE
“Portrait of an artist” presenta la collaborazione tra Dior e l’artista africano Amoako Boafo
di Martina Gugliandolo
2020-07-14 21:45:26
Kim Jones, direttore creativo del comparto menswear Dior, per promuovere la nuova collezione Summer 2021, mette in primo piano il talento di Amoako Boafo, famoso per la serie "Black Diaspora".

Boafo è un'artista africano autodidatta che predilige l'utilizzo delle dita a quello dei pennelli.

Dior Amoako Boafo studio

La moda che si fonde con l’arte è la chiave del video che ha l’obiettivo di sostituire la sfilata fisica, donando le stesse emozioni dell’evento. 

Amoako Boafo prende ispirazione dagli amici per la realizzazione dei suoi ritratti. Nel filmato ci troviamo nel suo studio di Accra, dove il creativo è circondato da persone care che indossano i capi della nuova collezione di Dior ricchi di stampe, colori e dettagli perfettamente in linea con lo stile pittorico del protagonista.
La moda per l’artista africano è fondamentale perché rivela la personalità del soggetto che si vuole raffigurare. 

Dior Amoako Boafo

L’Africa congiunge Amoako Boafo all’inglese Kim Jones che ha passato l’infanzia viaggiando per il continente che ormai considera come una seconda “casa”. L’intreccio culturale emerge perfettamente nell’equilibrio creatosi tra le opere artistiche e la collezione, nata da un’intensa collaborazione tra il designer e il genio ghanese. 

Dior Summer 2021 menswear

La seconda parte del video mostra il direttore creativo che spiega come i colori che Amoako Boafo imprime su tela si adattino perfettamente agli abiti targati Dior.
L’edera dipinta dall’artista rimanda a Christian Dior e al suo amore per le piante e per i giardini che ci riportano con la mente alla famosa casa di Granville.

Visualizza questo post su Instagram

For the #DiorSummer21 men’s collection, @MrKimJones recreated his collaborator @AmoakoBoafo’s love of portraying patterns and foliate textiles in his work through colorful motifs and singular placements. A woven pattern of ivy from one of the Ghanaian painter’s works, here speckled with bugle beads, forges a sense of continuity with the heritage of the House, recalling an evening dress by Monsieur Dior from 1950 richly decorated with silk ivy leaves, and provided the initial spark for this fertile creative exchange. It adds a deeper dimension to what Tremaine Emory @denimtears notes is “a symbiotic relationship between two artists that gives birth to a collection of clothing that is more than the sum of its parts. Two men who love Africa and its people, telling their stories in spaces these subjects rarely get to grace.” © @Changderson

Un post condiviso da Dior Official (@dior) in data: