SNEAKERS
La fantomatica Nike “Zero” della serie Netflix “Sneakerheads” esiste davvero?
di Francesco Mattiello
2020-09-29 17:31:39
Il 25 Settembre ha finalmente debuttato su Netflix Italia l'attesissima serie TV intitolata "Sneakerheads", che in America è stata molto apprezzata dal pubblico. Questa serie, composta da 6 episodi della durata di crica 25 minuti ciascuno, risulta davvero molto leggera da guardare e, nel suo complesso, abbastanza apprezzabile, nonostante il pubblico italiano sia alquanto diviso al riguardo.

Molto sinteticamente, la trama si basa sulle vicissitudini di Devin, ex-appassionato di sneakers e ora papà a tempo pieno, che si ricongiunge con il suo vecchio amico Bobby, sneakerhead incallito, il quale è convinto di potersi arricchire grazie all'acquisto all'asta di un lotto pieno di scarpe. Questo evento darà il vero e proprio via alla serie, in quanto l'affare si rivelerà una delusione e Devin, avendo perso 5000$, dovrà trovare il modo di recuperarli prima che sua moglie se ne accorga, essendo quei soldi destinati ad una vacanza in famiglia.

Sneakerheads Netflix

Per rimediare a questo pasticcio, Bobby coinvolge lo sfiduciato amico e altri due giovani appassionati, tra cui la scaltrissima Nori, nella ricerca di quello che lui ritiene essere il Sacro Graal delle sneakers, una mitica silhouette Nike denominata "Zero", le cui tracce sembravano ormai scomparse da anni. Da questa idea seguono svariate vicissitudini che non vi spoileriamo, anche perchè attraverso questo articolo vogliamo rispondere alla domanda che molti di voi si saranno posti guardando questa serie:

Le Nike "Zero" di "Sneakerheads" esistono davvero? 



La risposta non è così facile da dare, dato che di silhouette Nike introvabili ed estremamente rare ce ne sono diverse. Proprio per questo motivo, noi di SOLDOUTSERVICE abbiamo deciso di indagare a fondo sulla questione, trovando di conseguenza l'avvenimento che probabilmente ha ispirato, oltre che la sneaker "Zero", l'intera realizzazione della serie.

Sneakerheads-Netflix

Infatti, durante una recente intervista, l'ideatore della serie, Jay Longino, ha raccontato una vicenda che visse in prima persona, e che anni dopo il suo accaduto gli diede l'ispirazione per la realizzazione di questo lavoro. 

Quando Micheal Jordan militava nei Chicago Bulls, era solito regalare le sue scarpe da gioco ai bambini presenti nei vari palazzetti, e Longino fu uno dei fortunati ad essere omaggiato dal Jumpman con questo regalo. Nello specifico, l'allora ragazzino ricevette un paio di Air Jordan 4 indossate in partita e autografate. Un oggetto del genere sarebbe considerato tutt'ora un grail assoluto, e Jay ha affermato che il ricevere questa "benedizione" gli diede l'ispirazione, anni dopo, per tessere la trama di "Sneakerheads", incentrata appunto sulla ricerca di un modello raro e introvabile, che come potete osservare, assume caratteristiche tipiche di alcune famose silhouette firmate Nike, come ad esempio le Dunk High e le storiche Air Ship.

Vi è piaciuta questa serie tv? Fatecelo sapere, e continuate a seguirci per rimanere sempre aggiornati.