SOUND
Gué Pequeno parla di DPG, Sfera, Salmo e razzismo a Rolling Stone
di Simone Dal Passo Carabelli
2020-06-24 21:25:25
Nel corso delle ultime ore, il noto magazine internazionale di impianto musicale Rolling Stone ha pubblicato un'esclusiva intervista a Gué Pequeno in cui si parla di una serie indefinita di argomenti, dalla considerazioni di artisti connazionali del calibro di Dark Polo Gang e Sfera Ebbasta fino ad arrivare alla ripetizione di alcune posizioni già manifestate qualche settimana fa nell'intervista pubblicata per il quotidiano "Corriere Della Sera".

Con riguardo alle posizioni critiche nei confronti dei colleghi, Gué ha confermato ulteriormente la stima nei confronti del fratello Marracash, mentre ha riservato un certo distacco verso lo stile musicale di Salmo pur riconoscendone la levatura artistica e commerciale, non mandandone a dire nemmeno alla Dark Polo Gang, che nonostante al momento stia "vedendosi superata dalla FSK", il rapper vuole pensare che i 3 ragazzi potranno riuscire a ritrovare una seconda vita.

Gué Pequeno

Altrettanto pesanti le opinioni espresse in merito al fenomeno razziale imperante in territorio italiano, che secondo Gué non consentirà mai a nessun artista di colore di riuscire davvero ad emergere come può magari avvenire in contesti sociali come quello tedesco o francese, in cui la multiculturalità è ormai diventata un vero e proprio assunto sociale.

L'incapacità dell'italiano medio di riuscire a fronteggiare dinamiche di diversità d'origine sarà per Cosimo l'unico grande neo che renderà davvero impossibile anche la comprensione di fenomeni come il Black Lives Matter per la loro componente incredibilmente drammatica, in quanto percepiti esclusivamente come moda di passaggio.

Gué Pequeno